News

  1. November 20, 2019

    Anche la cannabis e il Cbd sotto Monopolio con imposta di fabbricazione

    Lo stabilisce un emendamento a firma di nove senatori M5S che, con tutta probabilità, verrà votato in Commissione Bilancio al Senato.

    Di Stefano Caliciuri - 20 Novembre 2019 - Fonte: Sigmagazine
    Pubblichiamo l’emendamento che con tutta probabilità porrà la filiera della canapa sotto il controllo del Monopolio di Stato, sottoponendola a imposta di fabbricazione. Previsto il reato di contrabbando per gli inosservanti. L’emendamento è stato sottoscritto da nove senatori del Movimento CinqueStelle. In caso di approvazione da parte della Commissione Bilancio del Senato, e conseguente ingresso dell’articolo nel testo di legge, i negozianti di sigarette elettroniche che hanno sugli scaffali prodotti della filiera della canapa (infiorescenze) o liquidi con cbd dovranno adeguarsi all’entrante normativa.
    Read More
  2. November 19, 2019

    Anche Levi’s si converte alla canapa: sul mercato i jeans fatti in mix con il cotone

    Mentre il Governo italiano arriva a litigare anche sul tema della canapa, sempre più aziende e stilisti la studiano come materia prima per i loro capi d'abbigliamento. Ma fino a oggi nessuno aveva ancora pensato di fare dei jeans di canapa. A sdoganare questa fibra naturale è ora Levi’s, l’azienda che ha fatto dei jeans un’icona dell’abbigliamento.

    Indiscrezioni che rimbalzano da Oltreoceano indicano come l'azienda sia in fase avanzata di studio, tanto che lo scorso marzo è riuscita già a creare un paio di pantaloni e giubbetto la cui etichetta riportava un mix di canapa (31%) e cotone. La collezione prende il nome Levi's Wellthreat x Outerknown e ha a catalogo anche magliette create in denim riciclato e miscele di cotone/canapa. Ma entro cinque anni, secondo quanto dichiarato a Business Insider dal responsabile per l'innovazione di Levi Strauss & Co, Paul Dillinger, la canapa potrà essere usata al 100%.

    Fervono i lavori per rendere morbida la fibra, ma per il re

    Read More
  3. September 25, 2019

    Il CBD contrasta il dolore cronico

    Il CBD, così come il THC ed altri cannabionidi, si è rivelato efficace nel contrastare il dolore cronico e neuropatico, in una serie di patologie. Un esempio è il trattamento del dolore associato all’HIV. 

    Dopo aver seguito 16 pazienti che riferivano benefici riguardo al dolore percepito dopo aver fumato cannabis per una settimana, i ricercatori dell’Università di San Francisco, guidati dal dottor Donald Abrams, hanno condotto uno studio randomizzato con un gruppo di controllo.

    Sono stati seguiti 56 pazienti al General Clinical Research Center e i risultati sono stati presentati nel 2005 ad un congresso della IACM. Nelle conclusioni si spiega che: “L’assunzione di cannabis è efficace nel ridurre il dolore neuropatico cronico così come il dolore acuto. L’ampiezza della risposta nel dolore neuropatico è simile a quanto visto con il gabapentin, un farmaco ampiamente utilizzato per la neuropatia nell’HIV”.
    La cannabis in generale, ed anche q

    Read More
  4. July 24, 2019

    “Vittoria dei canapa store”: Cannabis light, no a sequestri con Thc meno di 0,5%

    Dal tribunale di Genova arriva la prima sentenza dopo che Matteo Salvini ha dichiarato guerra ai canapa store e la sentenza della Cassazione che ha vietato la vendita dei derivati della canapa. In ballo c’è la sopravvivenza di molte start-up e aziende del settore avviate negli ultimi anni in Italia, come ci ha raccontato Matteo Viviani nel servizio al LeIene

    Read More
  5. May 17, 2019

    È CONSENTITO PORTARE LA CANNABIS LIGHT IN AEREO?

    La marijuana o cannabis light è stata legalizzata in Italia in seguito alla legge n.242 del 2 dicembre 2016, quindi possedere confezioni sigillate e che riportino tutte le istruzioni per l’uso, non costituisce più un reato. La questione, invece, si fa molto più complessa sul trasporto di questo prodotto sui mezzi pubblici e specialmente in aereo, dove i controlli sono molto rigidi per motivi di sicurezza e dove non ci sono delle normative precise.

    Nonostante tantissimi studi in ambito scientifico riconoscano l’utilità della canapa per contrastare molte tipologie di malattie, problematiche fisiche e psicologiche, molti l’associano ancora ad una droga, senza distinguerla dalla versione light (quella con bassi livelli di THC) e quindi portare con sé queste sostanze suscita sospetto.

    Visto che il gusto e il profumo della cannabis light è pressocché identico a quello della marijuana psicotropa (anche per i cani antidroga è davvero impossibile distinguere l

    Read More
Page